“New Journalism”: una critica

In occasione di un corso universitario di “Storia del Giornalismo”, ho scritto una piccola tesi, che esporrò su richiesta della docente, la professoressa Bertagna, agli studenti del Master in Editoria e Giornalismo, a Verona.

Si tratta di una critica piuttosto radicale del testo “New Journalism” di Marco Pratellesi, partendo dalla quale provo a proporre un modello alternativo di giornalismo contemporaneo prendendo spunto anche dalla mia esperienza, in occasione dell’articolo su Christo e The Floating Piers.

Per chi è interessato, qui sotto posto il PDF e copio il testo della tesina.

Buona lettura!

Continua a leggere

Il lago, vero

Ho visto comparire pezzi di materiale, bianco come la plastica, schiacciato sulla superficie del lago – lunghe lastre prima stipate, poi attorno alla piccola isola, poi a tagliare le acque. Ed ho provato un cupo, acuto disagio. Quello è il lago, accidenti, e non può dire niente.

Il lago non è una persona, ma non è solo un luogo. E’ una spugna e un abbraccio relativo, uno specchio di profondità e uno schiaffo di realtà. Di certo, non una persona – per questo non ci ho mai parlato,  neanche da piccolissima, né ho mai pensato a lui come a una figura familiare. Non è quel genere di rapporto in cui puoi mitizzare a piacere. Perché il lago si sottrae, almeno il “mio” – un lago piccolo, non ammiccante; un po’ nascosto e triste, in certi giorni. Ma di certo estremamente nitido, saldo: un’identità fatta di cento e cento lati, ma precisa e forte.  Continua a leggere