Giovani scansafatiche e borghesucci sempre più piccoli

Eh sì, a sentire alcuni miei contatti facebook i giovani italiani non han proprio voglia di lavorare. Piuttosto se ne stanno a casa, così prendono millemilamiliardi di euro di fantomatiche pensioni / cassintegrazioni /mobilità (parliamone alla cazzo che tanto è tutto un minestrone). Lo dice un puntuale, equilibrato, approfondito, polifonico articolo de “L’Espresso” che si sono letti: Lavoro, cercasi giovani laureati. Ma nessuno si presenta. Continua a leggere

Annunci

L’eroico Caprotti e chi lo combatte

Molti vanno in sfregola per la presunta nobiltà, magari finto-umile, di chi “crea posti di lavoro”.

Io penso: ognuno si sceglie i propri “eroi”, perché è chiaro che ci sono due idee incompatibili di società.

E io non posso che pulirmici il c**o con la vostra, nella quale magnati superiori in intelligenza, volontà, capacità elargiscono pietosamente “lavoro” – come se non ci guadagnassero triliardi, come se lo facessero con fatica: ah, come condividerebbero gli utili, se ci fosse condivisione di responsabilità e blablabla! Continua a leggere