A difesa dei nostri sogni – dignità e alternative

Per la prima volta da quando tengo questo blog riporto un intero articolo, e lo commento passo per passo.

Lo faccio perché alcuni conoscenti e qualche amico che stimavo (o che stimo sub conditione) si sono dichiarati d’accordo con il succo del testo, e io non mi rassegno a credere che la mia generazione sia stata irrimediabilmente fagocitata da atteggiamenti e una visione del mondo simile.

Potrebbe sembrare tempo perso, un intervento così dettagliato su una voce assurda, con cui neanche ci si dovrebbe mettere a discutere – ma invece è un’occasione, e mi sento di doverla cogliere perché questo pezzo è esemplificativi delle pressioni, dei condizionamenti, dei discorsi malposti, di morale doppia (nel senso due pesi due misure) e unica (nel senso di unica possibile) che ci troviamo a “ricevere” da ormai decenni. Continua a leggere

Annunci

La Riforma NON è semplice – Lettera sul Referendum

Se seguite il mio blog da un po’, sapete che non ospito mai contributi esterni. Al massimo riposto cose altrui, ma più spesso le rielaboro.

Stavolta, però, siamo di fronte ad una grande eccezione: primo, ho il costituzionalista in casa; secondo, ne so talmente poco di tutto ciò che gira attorno alla Riforma su cui saremo chiamati a votare, che non potrei rielaborare un bel niente; terzo, ho comunque contribuito, seppur con domande basiche degne di una bambina delle elementari, alla nascita di questa Lettera.  Continua a leggere

Non vogliamo chiedere

Mi inoltri richieste, mi informi di referendum, lettere, interrogazioni a politici, ministri, industriali: chiedere, sperare, aspettare.

Non firmo nulla, non sottoscrivo nulla.

Non imploro, non spero, non aspetto.

Quello che voglio lo sto strappando al buio con lo sguardo fisso nel buio, e non mi aspetto che il buio mi conceda nulla, magari perché sono un bravo bambino.

Continua a leggere