Schiavi piccoli piccoli contro “il fancazzismo di chi sciopera”

Oggi, con pratiche e norme di violenza classista sempre più folli, lo sciopero è troppo poco, un solletico al culo dei padroni.

Eppure c’è chi se la prende per i disagi di oggi / o forse, è principalmente per la complicità di questi schiavi piccoli piccoli che siamo a ‘sto punto.

Perché per questi Einstein dell’analisi politico-economica,  il grande problema di oggi è la gente che sciopera un giorno, un misero pidocchioso giorno nella loro serie di giorni di schifolavoro, non chi crea e sguazza in una situazione economico-sociale da anni ’30.  Continua a leggere

Hit the rich – in Glasgow and everywhere

Mi sono imbattuta in questo articolo sulla situazione socio-economica di Glasgow, la capitale della Scozia considerata, pare una ca**ata ma dato l’argomento è quasi un dovere anticiparlo, città natale di Paperon de’ Paperoni. Mi ha interessato molto, quindi ho deciso di partire dagli spunti dell’articolo per ampliare un po’ lo sguardo. Continua a leggere

Mandela il black-block

« Unitevi! Mobilitatevi! Lottate! Tra l’incudine delle azioni di massa e il martello della lotta armata dobbiamo annientare l’apartheid! » “Mandela stesso fu addestrato militarmente in Algeria, nel 1962 […]. L’ANC allora decise di continuare la sua protesta ma con metodi violenti e per questa ragione venne fondato lo MK (Lancia della Nazione). Il 16 dicembre 1961 l’ANC pubblicò un manifesto, che venne esposto principalmente nelle are dei neri, nel quale spiegava dettagliatamente la sua strategia violenta contro le istituzioni governative della RSA a mezzo di atti di sabotaggio. Continua a leggere