Scandinavia and the Word

In questi mesi sto scoprendo i paesi Scandinavi – no, non è stato per predilezione personale. Eppure, ci sono flash di fatti, abitudini, curiosità che mi restano impressi e mi affascinano: la lingua islandese, probabilmente l’unica, assieme all’italiano, ad essersi conservata incredibilmente simile a mille anni fa soprattutto grazie alla scrittura; la desolazione nitida di certi paesaggi, che fanno paura e / perché riportano alle origini di tutti i sensi, dove forse c’è un grande senso senza parole, oppure un gelido, semplice non senso; l’idea che esistano Stati, in particolare la Norvegia, che hanno la precisa, esplicita politica di creare posti di lavoro anche dove non c’è bisogno – certo non tanto per buon cuore, ma perché è un modello economico che funziona, ma tant’è, questo influenza tutto il modo di pensare la società, di pensarsi… Continua a leggere

Annunci