Abbasso i turisti: viva i viaggiatori!

Sto guardando: Teorema Venezia. E la vecchia che chiama, indistintamente, tutti i turisti “I BARBARI”, è il mio nuovo idolo.
Si fottano i turisti.
Andare in un altro posto dovrebbe restare scomodo, disagevole – andare in un altro posto dovrebbe restare un viaggio, che fa solo chi ha voglia di giocare con altre regole, di tacere e ascoltare, non una vacanza per sedicenti VIP falliti desiderosi solo di brillare, di immortalarsi, di riempire di sé un altro luogo.
Sì, è giusto pure che la gente ti tratti male, con modi bruschi se sono i suoi modi, o ti pigli per il cu*o costantemente, ti faccia sentire l’ultimo co*****e come a Roma.
Perché è quello che sei, qualsiasi sia la quantità dei soldi che sborserai: un barbaro, uno che di quel posto, di quella gente, non sa nulla.
E che se proprio ci vuole entrare, deve pulirsi le scarpe prima, passare facendo il meno casino e dando il meno disturbo possibili, ringraziando dopo.
Annunci