Diversità illuminanti

Mi chiedo in questi giorni perché m’interessino così tanto i disturbi dello spettro autistico, soprattutto nelle manifestazioni meno gravi, e i “tratti di carattere” ad essi vicini.
L’ipotesi più probabile mi sembra…no, non che sono attorniata da gente strana e io pure lo sono – ok, c’è anche questo, ma: solo in un funzionamento tanto opposto al mio riesco a specchiarmi con una certa oggettività, e a immaginare così le strade che mi possano mettere in contatto, potenzialmente, con tutti.

E’ un ampliamento della visuale che sconvolge e spalanca, che fa contestualizzare, relativizzare, e appunto pensare ponti e modalità autentiche.
Oltre a questo, le situazioni descritte nei manuali, romanzi, film dedicati ad autismo, sindrome di asperger, alessitimia (“fatti psicologici” ben diversi fra loro), contengono una carica paradossale, un sarcasmo involontario e micidiale, una potenzialità di scardinamento delle convenzioni sociali e relazionali preziosi e “godibili” come poche altre cose.
(di certo ho sempre ben presente che chi vive patologie, per quanto lievi, o funzionamenti tanto diversi da quelli comuni non ha vita facile, per non parlare delle persone vicine che spesso vengono ferite tanto profondamente quanto “innocentemente”).

Esempi: “la mamma di un teenager era preoccupata che suo figlio con Sindrome di Asperger mostrava raramente segni d’affetto nei suoi confronti. Egli rispose che le aveva detto che le voleva bene quando aveva sei anni e non capiva perchè doveva ripetere queste parole. Di sicuro lei lo sapeva già.”

“Mi è stato detto che ‘se stai bene lo senti dentro’.
Cosa dovrei sentire? Come faccio a sapere che quello che ‘sento dentro’ è ‘stare bene’ e non è, ad esempio, gastroenterite?”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...