Privato – politico: pensiero breve

Una volta si faceva politica anche per mezzo del personale, perché le scelte personali risentono del politico e sono strumento di affermazione politica.
La rivoluzione, a quanto posso capirne, si faceva anche in privato: nei rapporti, nel tempo libero, nella camera da letto (con eccessi tragicomici, non c’è dubbio).

Fatto sta che oggi siamo all’opposto: il privato si fa anche per mezzo della politica.

La “politica” è diventata mezzo per autotaggarsi, per rimarcare e rimandare costantemente al proprio privato individuale: parlo di rivoluzione così posso far vedere come sono impegnato, quanto sono più profondi i miei rapporti, che mete “underground” visito. E da lì: le mie magliette, i libri che leggo, la musica che ascolto, i miei selfie, le mie retoriche, i miei esami, il mio aperitivo, la mia aria da profondità vissute, la mia visione del mio mondo.

Insomma, è la questione politica che assomiglia a me.
A me – io io io.

Niente di male nel privato, più o meno reso pubblico – ma non si fa la rivoluzione con gli aperitivi e le magliette: bevendo aperitivi e respirando più liberi, indossando magliette come cazzo si vuole magari sì, ma per pietà non usate la politica per parlare delle vostre seghe mentali, culturali, amorose, amicali.

Io ne capisco proprio poco, cerco affannosamente di recuperare anni di sonnolenza, ma mi pare ci sia una bella differenza fra il fondare la propria identità su una visione politica e collettiva del mondo, dei rapporti, della storia, e il prostituire la politica al proprio privato.

Rimarco questo confine, decisa a non oltrepassarlo mai!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...